Belgirate Cenni storici Arrivare Hotel - B&B Ristoranti - Bar Manifestazioni Attività sportive Corsi - Attività Sentieri Mete turistiche Chiese - Oratori Matrimoni & Eventi Ville Storiche Personaggi Trasporti Immagini Guide - Video Solidarietà Sitemap

Villa Principessa Matilde

La villa “Principessa Matilde”, prossima al confine col Comune di Stresa, è una tra le più importanti dimore vergantine. È ricordata nella Guida del 1870, col nome di “Malgirata”, a motivo del suo orientamento, e consisteva “in due corpi di case che per suo diletto erasi costrutto il signor Luigi Fontana”, che fu per più anni sindaco di Belgirate.
Nella primavera del 1861 il Fontana aveva venduto la villa, e con essa un fondo confinante denominato la Pizzola, alla principessa Matilde Letizia Bonaparte, figlia di secondo letto di Gerolamo, fratello di Napoleone Bonaparte.
L’architetto Pietro Bottini fu incaricato di costruire il molo con la darsena, nonché di eseguire “importanti lavori di ingrandimento e d’abbellimento all’abitazione”, e i diversi progetti furono concretizza nel 1863.
Prima del 1870 la villa risulta proprietà del principe russo Alessio Dolgorukij, il quale aveva sposato Olga Troubetzkoy, zia del celebre scultore Paolo. Il pittore amico di famiglia Daniele Ranzoni, ritrasse la villa in quel periodo. Infatti, nel 1872, il Dolgorukij, rappresentato dal cognato Pietro Troubetzkoy, vendeva la proprietà a Pietro Vassali Cerutti, di Milano, il quale darà alla villa il nome di ‘Fulvia’.